Pelle, specchio della salute | www.farmaciasaggio.it
logo
Ultime notizie
Home / news / Pelle, specchio della salute

Pelle, specchio della salute

tratto da www.alphega-farmacia.it

Se gli occhi sono lo specchio dell’anima, la pelle è la manifestazione più evidente del nostro benessere. L’organo più esteso del corpo, infatti, ha la capacità di parlare di noi. Scopriamo il suo linguaggio.

Fa capire chiaramente se abbiamo caldo oppure freddo e, un po’ a tradimento, lascia intendere se siamo emozionati, non riesce a mascherare una menzogna, un sentimento forte né i segni di una notte insonne. Può rivelare se invece che passare la domenica sui libri siamo fuggiti al mare, se siamo fumatori incalliti o incorreggibili bevitori. Ma può fare anche molto di più. La pelle ci segnala se non ci alimentiamo bene, se siamo disidratati, se non usiamo adeguata protezione solare. Ancora, manifesta gli stati di stress, gli squilibri ormonali e le intolleranze ad alcuni cibi o sostanze. Se non si sta bene, sia dal punto di vista fisico sia psicologico, la pelle subito modifica il suo aspetto, lanciando segnali che riguardano prima di tutto il suo colore: si arrossa o, al contrario, si chiude in un mesto pallore. Può rivelarsi tonica, vitale, brillante o, viceversa, sembrare più delicata, sottile, fragile. Insomma, la pelle sembra essere il punto di incontro tra ciò che succede dentro e ciò che accade fuori dal nostro organismo. Per questo va ascoltata con attenzione, e poi curata di conseguenza: dentro e fuori.

Curare la pelle dall’interno

face-2936245_960_720Curare la pelle dall’interno vuol dire prima di tutto prendersi cura dell’organismo a tutto tondo, a cominciare dallo stile di vita e dalla prevenzione: alimentarsi in modo adeguato (consumando pasti bilanciati, ricchi di frutta, verdura, fibre e, in generale, di antiossidanti), evitare il fumo, limitare l’alcool, praticare regolarmente attività fisica, trascorrere del tempo all’aria aperta. E, ancora, proteggersi adeguatamente dal sole e far controllare periodicamente da uno specialista nei e macchie. Una cura dall’interno implica anche prestare attenzione ai farmaci che si assumono. Alcuni, per esempio, possono essere fotosensibilizzanti, cioè possono rendere la pelle più sensibile all’azione dei raggi solari, mentre altri possono provocare reazioni incrociate con gli altri farmaci o con alcuni alimenti.

Curare la pelle dall’esterno

È la dermocosmetica, o dermocosmesi, a occuparsi dell’aspetto della pelle. Non si tratta solo del trucco: la cura della pelle parte dal gesto più semplice, quello dell’igiene quotidiana, che deve essere fatta con prodotti rispettosi del pH cutaneo e che, passando dall’indispensabile idratazione, arriva a toccare tutti i possibili tipi di intervento che un prodotto cosmetico (quello, cioè che si occupa della parte estetica e quindi rimane solo negli strati più superficiali) può fare: esfoliazione delle cellule morte superficiali, riempimento e distensione delle rughe, controllo della pigmentazione cutanea, per finire, poi, proprio con il make up, che, grazie alle innovazioni e alla ricerca, è sempre più personalizzato e correttivo delle imperfezioni. Ma curare la pelle dall’esterno vuol dire anche prestare attenzione ai tessuti che si indossano e ai metalli che si utilizzano. Le fibre naturali come cotone e lino sono sempre preferibili, così come, nella bigiotteria, è bene prestare attenzione che si tratti di prodotti di provenienza sicura e in grado di rispettare le direttive europee che mettono al bando, tra l’altro, il nichel, fortemente allergizzante.

foto pixabay.com

model-1525629_960_720

About farmaciasaggio