“Abbasso la pressione!”, Federfarma e Siia presentano i dati. Più di 5mila le persone che non sapevano di essere ipertese | www.farmaciasaggio.it
logo
Ultime notizie
Home / news / “Abbasso la pressione!”, Federfarma e Siia presentano i dati. Più di 5mila le persone che non sapevano di essere ipertese

“Abbasso la pressione!”, Federfarma e Siia presentano i dati. Più di 5mila le persone che non sapevano di essere ipertese

Articolo tratto da www.federfarma.it/Edicola/Filodiretto/VediNotizia.aspx?id=17878

31743490_1012339322251084_4152710209560641536_n-1132x670L’ipertensione è il primo fattore di rischio mortalità nel mondo. E’ questo il dato più allarmante sottolineato, ieri, durante la conferenza stampa di presentazione dei risultati della prima Campagna nazionale per il controllo dell’ipertensione arteriosa nelle farmacie, “Abbasso la pressione!”, realizzata da Federfarma e Siia (Società italiana dell’ipertensione arteriosa).

E se a livello mondiale i dati sono allarmanti, anche quelli italiani non lasciano ben sperare. Dalla Campagna, infatti, risulta che circa 5.200 sono le persone che non sapevano di essere ipertese e che lo hanno scoperto partecipando allo screening, durante il quale oltre 3.700 farmacie hanno monitorato gratuitamente 48.229 cittadini. Si sono sottoposti alla misurazione della pressione e hanno risposto a un questionario on line predisposto da Siia 29.134 donne (pari a 60,41% del campione) e 19.095 uomini (pari al 39,59%). La percentuale rispecchia l’utenza tipo della farmacia, composta soprattutto da donne. Dai dati elaborati (47.217), emerge che 10.096 persone ignoravano di avere la pressione normale-alta o di essere ipertese. In particolare, delle 24.282 persone che hanno dichiarato di non essere ipertese o di non assumere alcuna terapia per abbassare la pressione, un quinto ha scoperto di avere valori pressori superiori alla norma, con ipertensione di grado 1, 2 o 3.

“Misurare la pressione e rivolgere una serie di domande mirate permette al farmacista di fornire al cittadino informazioni personalizzate sui rischi legati all’ipertensione arteriosa”, ha dichiarato Marco Cossolo, presidente di Federfarma Nazionale. “La Campagna ‘Abbasso la pressione!’ è stata un’occasione per focalizzare l’attenzione sull’importanza di tenere sotto controllo i valori pressori, a tutte le età, in quanto una pressione elevata danneggia l’organismo anche in assenza di sintomi. Ancora una volta la capillarità della rete delle farmacie italiane ha permesso di fare prevenzione raggiungendo un ragguardevole numero di persone, non solo i soggetti monitorati, ma anche le loro famiglie”.

La Campagna ha permesso anche di valutare i risultati raggiunti da chi segue una terapia antipertensiva e che dipendono strettamente dagli obiettivi fissati nelle linee guida di riferimento. Risulta ben controllato solo il 58,8% del campione, se si considerano i parametri stabiliti dalle linee guida europee del 2013. Tuttavia, prendendo come riferimento le nuove linee guida approvate lo scorso giugno, i soggetti ben controllati scendono al 38,9%. Circa un terzo dei soggetti (pari a 4.240 individui), che risultavano ‘ben controllati’ in base alle linee guida del 2013, è stato riclassificato nella categoria dei pazienti ‘non ben controllati’ dalle linee guida 2018, divenute più stringenti.

“Di questo nostro lavoro – ha sottolineato la presidente del Sunifar, Silvia Pagliacci, che ha fortemente voluto la Campagna – godranno tanto i cittadini delle grosse città quanto quelli dei piccoli centri dove, purtroppo, ci sono meno presìdi sanitari. L’iniziativa, rientra in quel nostro obiettivo di garantire l’universalità delle cure che spesso, per diversi motivi, troviamo a macchia di leopardo. Crediamo ci siano tutte le condizioni per replicare la Campagna in collaborazione con la Siia che ci ha fortemente sostenuti dal punto di vista scientifico”.

abbassolapressione2

I dati, elaborati dalla Siia, saranno resi disponibili alle istituzioni sanitarie e potranno utilmente contribuire all’individuazione di azioni finalizzate a ridurre i fattori di rischio cardiovascolare nella popolazione. “Sono soddisfatto della collaborazione avviata con Federfarma, il ruolo della farmacia sta diventando cruciale per la diffusione della prevenzione cardiometabolica sul territorio”, spiega Claudio Ferri, presidente della Siia. “Campagne come ‘Abbasso la pressione!’ rappresentano occasioni fondamentali per aumentare la consapevolezza dei cittadini sui rischi cardiovascolari correlati all’ipertensione. Per questo mi auguro fortemente che la collaborazione con Federfarma, che utilizza la capillarità e la professionalità delle farmacie, prosegua anche in futuro”.

La Campagna è stata realizzata con il contributo non condizionato di Teva e Omron ed ha avuto il patrocinio di Fofi, Utifar, Cittadinanzattiva e Federfarma Servizi.

Rossella Gemma
Articolo tratto da www.federfarma.it/Edicola/Filodiretto/VediNotizia.aspx?id=17878

About farmaciasaggio